Faustino de Faggi

Da WikiPerledo.
Versione del 1 apr 2022 alle 11:24 di Admin (discussione | contributi) (Creata pagina con "D. Presbitero '''Faustino de Faggi''' figlio del q<sup>m</sup> Eustacchio, che nel 1600 è preposto di Perledo; fu uomo di lettere e tradusse in lingua italiana un poema spagn...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

D. Presbitero Faustino de Faggi figlio del qm Eustacchio, che nel 1600 è preposto di Perledo; fu uomo di lettere e tradusse in lingua italiana un poema spagnuolo di Giuseppe Valdivielso intitolato San Giuseppe, e lo arricchì di commenti. In questo libro sono inseriti alcuni sonetti dell’abbadessa Cristina Faggi sua sorella e anche essa donna di lettere. Un altro fratello Giov. Battista Faggi scrisse componimenti drammatici, fra i quali La Costanza di Sinforosa (Milano 1602), e la Ghirlanda, ovvero ammaestramento per le giovani (Milano 1606).

Maggiormente si distinse il quarto fratello Sebastiano, Oblato e professore di belle lettere nel seminario Arcivescovile di Milano, precettore del figlio dell’imperatore Ferdinando. Pubblicò nel 1610 il libro Flores ecclesiasticae elocutioni christianaque doctrinae.

Il Faustino Faggi preposto di Perledo compose gli epigrammi che adornavano la villa Capoana a Varenna.